Perché il prezzo Bitcoin è sceso bruscamente del 3% in 30 minuti su OKEx freeze

Il prezzo del Bitcoin è sceso del 3% in soli 30 minuti dopo che il principale cambio di valuta criptata OKEx ha sospeso i prelievi.

OKEx, una delle più grandi borse valori del mondo, ha annunciato la sospensione temporanea dei prelievi il 16 ottobre. Alla notizia, il prezzo del Bitcoin Evolution è sceso bruscamente del 3% in 30 minuti nelle principali borse.

Il nervosismo del mercato deriva dal motivo della sospensione dei ritiri e dalle potenziali implicazioni che essa comporta.

OKEx dice che un detentore di chiavi private sta collaborando con gli investigatori, Bitcoin scende rapidamente

Il team di OKEx ha detto che uno dei detentori privati delle chiavi dello scambio sta collaborando con un ufficio di pubblica sicurezza nelle indagini. Il team ha detto:

„Uno dei nostri detentori di chiavi private sta attualmente collaborando con un ufficio di pubblica sicurezza nelle indagini, se necessario. Non siamo rimasti in contatto con il detentore delle chiavi private in questione. Per questo motivo, non è stato possibile completare l’autorizzazione associata. Ai sensi del punto 8.1 Modifica del servizio e interruzione dei Termini del servizio, OKEx può modificare il servizio e/o può anche interrompere, sospendere o terminare il servizio in qualsiasi momento con o senza preavviso“.

Subito dopo il rilascio della dichiarazione OKEx, il prezzo del Bitcoin è sceso da $11.514 a $11.190. Il calo del 3% si è verificato in un arco di tempo di 30 minuti, causando un ritiro a livello di mercato.

Gli scambi di Bitcoin tipicamente implementano un sistema multi-firma per elaborare i prelievi dalla cella frigorifera, cioè un portafoglio non collegato a internet.

Per trasferire fondi dal cold wallet, la borsa spesso distribuisce diverse chiavi private ai proprietari e ai dirigenti. In un sistema multifirma, tutti o la maggior parte dei detentori di chiavi devono essere presenti per firmare le transazioni.

Nel caso di OKEx, la borsa ha detto che uno dei detentori di chiavi private non è in grado di approvare i prelievi. Jay Hao, il CEO di OKEx, ha detto:

„Tutte le operazioni @OKEx, tranne i prelievi di beni digitali e di valuta criptata, rimangono inalterate. Tutti i vostri fondi e beni sono al sicuro. L’indagine riguarda solo una questione personale di un certo detentore di chiavi private. Saranno fatti ulteriori annunci“.

Il prezzo del Bitcoin è sceso bruscamente sulle notizie OKEx per due ragioni principali. In primo luogo, OKEx è un’importante borsa valori che tratta quantità sostanziali di volumi sia spot che futures.

Secondo, quando si tratta di una borsa con legami con la Cina, di solito c’è una forte speculazione di mercato. Red Li, il co-fondatore di 8BTC, ha detto:

„OKEx ha dichiarato per la prima volta che il ritiro sarà sospeso alle 15:00, ma è cambiato rapidamente alle 11:00. Si dice che oltre 800 accs in ‚certo‘ scambio sono coinvolti con il riciclaggio di denaro transfrontaliero“.

I dirigenti del settore sono sorpresi dalla notizia

Leo Weese, il presidente dell’Associazione Bitcoin di Hong Kong, si è detto sorpreso dal fatto che una sola persona possa influenzare l’intero sistema di conservazione a freddo multisig di uno scambio. Ha scritto:

„Che una sola persona si sieda in Cina con in mano le chiavi di un intero sistema di criptocambio offshore è probabilmente la cosa più sorprendente di questo settore che ho imparato quest’anno. Che i clienti non chiedono trasparenza sulla gestione delle chiavi, però, arriva al secondo posto“.

Nel caso di BitMEX, ad esempio, quando il CTO dell’azienda Samuel Reed è stato arrestato all’inizio di questo mese, la maggior parte dei detentori di chiavi private ha potuto firmare le transazioni.